edixxon

Stay Inside
The new frontier of the music - free music, rock, lyrics, song, mp3, download, author, rock
www.edixxon.com/stay_inside
E' facile venire a Ferrara!
Sul portale ufficiale troverete last minute, prezzi, indirizzi, itinerari, informazioni, calendari: tutto sul nostro territorio!
www.ferrarainfo.com
Private Collection by coinpc
World Coins - Medals, Rare and not, more than 700 pics
www.edixxon.com/coinpc
Noseda Immobiliare
Ville ed appartamenti sul lago di Como. Confortevoli ambienti che rispecchiano personalità e carattere.
www.noseda.com

Advertise

pagina precedente  pagina precedentepagina successiva  pagina successiva

Testa di bambina




AutoreACHILLE BARBARO
Crema (Cremona), 1910 - Milano, 1959
Data dell'opera1938 circa
TipoBronzo
Dimensionicm 29 x 23 x 20
FirmaFirmato sul retro al centro: "BARBARO"
InventarioInventario: sc. 2
ProvenienzaAcquistato il 4 maggio 1939.
FontiArchivio Cariplo, Atti 879 R.
Esposizioni--
DescrizioneLe due testine (cfr. n. 11) furono acquisite dalla Cariplo all'inizio del 1939 in occasione del Pensionato Artistico di Scultura promosso dall'istituto bancario. Nel dicembre precedente una mostra allestita nel Salone napoleonico dell'Accademia di Brera aveva presentato le statue realizzate per il concorso ed altre sculture e disegni dei sei giovani concorrenti (Barbaro, Brioschi, Narciso Cassini, Fausto Locatelli, Guarberto Rocchi, Bassano Vaccarini). Tuttavia la commissione, composta essenzialmente da Francesco Messina — del quale Barbaro fu un allievo irrequieto — e da Franco Lombardi, preferì suddividere il Pensionato tra i sei partecipanti e la Cariplo deliberò "di acquistare da ciascuno di loro un'opera esposta, da gettarsi in bronzo" (Pensionato di scultura Cassa di Risparmio di Milano, in "Lo scultore e il marmo", XXXVI, 9, 7 marzo 1939, p. 2).
La testa di Barbaro, modellata morbidamente, si distingue per il vigore plastico e l'equilibrio formale rigoroso, coerentemente a quelle esigenze di "ordine finito" sostenute dallo scultore intorno al 1940. I volti dei suoi ritratti, dall'espressione mite e malinconica, sono spesso rivolti verso l'alto, con il mento sollevato. L'esemplare in gesso patinato da cui fu tratta l'opera in esame è probabilmente da identificarsi con quello ora appartenente al Museo Civico di Crema e del Cremasco (inv. n. 2), intitolato Bambina con le treccine o Ritratto di Luciana ed assegnato al 1936 (cfr. Mostra postuma di Carlo Martini e Achille Barbaro, Crema, 1969, p. 27). Pertanto l'opera è verosimilmente databile fra il 1936 e il 1938, negli anni in cui il giovane cremasco otteneva i primi riconoscimenti.
L'affrancamento dall'isolamento provinciale fu però segnato dalla personale del 1940 alla Galleria Nova a Milano, dove espose ventidue sculture e una trentina di disegni. Nell'autopresentazione in catalogo, Barbaro confessò: "La Scultura è la risolutrice del conflitto tra la violenta istintività di certi motivi sensuali (...) e la quieta compostezza interiore, per realizzarne il ritmo musicale, verso la solitudine della più pura unità". Tormentato e insoddisfatto, spinto da un'ansia di ricerca implacabile, Barbaro si volse anche alla ceramica (tecnica che praticò ad Albisola tra gli anni Quaranta e Cinquanta e di cui ebbe la cattedra a Faenza e poi a Modena), quindi a sperimentazioni con nuove materie plastiche, nel tentativo di realizzare aspirazioni molteplici e ambiziose. L'artista pose fine tragicamente alla sua carriera nel momento in cui otteneva reali successi di critica e di mercato al di fuori dell'ambiente cremasco.
Nel 1966 gli eredi depositarono presso il citato Museo di Crema circa cento sculture e quattordici opere di grafica, deposito che fu trasformato in donazione nel 1990. Il Museo selezionò una trentina di pezzi: in parte furono allestiti in una sala dedicata al maestro, in parte furono distribuiti in altre sale espositive. Si tratta in prevalenza di gessi, ceramiche e terrecotte, che ripetono i motivi più amati dallo scultore: nudi femminili, ritratti di fanciulli, temi sacri e soggetti allegorici. In una recensione alla citata mostra del Pensionato di Scultura, dell'opera del giovane cremasco fu scritto: "(...) si erge la statua di Barbaro plasticata con foga, ma con una tecnica non uniforme, meno arsa e decisa nei trepidi pettorali che in tutta la parte di tergo meglio capita e decisa" (Mostre milanesi. Giovani scultori a concorso, in "Lo scultore e il marmo", XXXVI, 1, 7 gennaio 1939, p. 4).
Bibliografia--
Sara Fontana

pagina precedente  pagina precedentepagina successiva  pagina successiva
Ad+Value. Online advertising
Virtual Library:
for the news subscribe the monthly newsletter

Food: Di grano antico - Elogio dei Pizzoccheri di Teglio. Con la Ricetta ufficiale dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio
Art: L'antica pittura fabrianese - I restauri delle cappelle gotiche di Fabriano
Science: Ing. Gianfranco Magrini - Science, Engineering, Transportation, Tunnels, Tubo del Lago di Como, Footballpoint...
Coins: Private Collection by coinpc - World Coins - Medals, Rare and not, more than 700 pics.
Search Engine: edixxon.com - matching interests, your interests can be the same as ours - search them.
History: Madonna de la Sanitate - 1504: i prodigiosi fatti di Tirano. Storia - Mito - Fede
Computer: Storia del Computer - Quattro secoli di storia con oltre 1000 immagini.
Art: Mario Radice - Grande esponente dell'astrattismo italiano. Pittore, scultore e cultore di problemi d'architettura.
Music: Stay Inside - the new frontier of the music - free music, rock, lyrics, song, mp3, download, author, rock.
Electronics: Standard Production - Advanced Electronics - Truth Machine, The world Smallest Radio, Mini Table...
Art: Museo Virtuale d’Arte - La Raccolta della Fondazione Cariplo: dal Classico al Neoclassico, Ottocento e Novecento.

Search Engine:
bearshare | findtarget | yahoo | google | entireweb | babylon | findia | softonic | mojeek | carrot2| canadaspace | virgilio |