edixxon

Tasso lavorazioni metalliche
Lavorazioni industriali, lavorazioni materie plastiche, lavorazioni metalliche,ed inoltre servizio di consulenza e progettazione
www.tasso.it
E' facile venire a Ferrara!
Sul portale ufficiale troverete last minute, prezzi, indirizzi, itinerari, informazioni, calendari: tutto sul nostro territorio!
www.ferrarainfo.com
Noseda Immobiliare
Ville ed appartamenti sul lago di Como. Confortevoli ambienti che rispecchiano personalità e carattere.
www.noseda.com
Ing.Gianfranco Magrini
Science, Engineering, Transportation, Tunnels, Presenta il progetto: Il Tubo del Lago di Como
www.edixxon.com/magrini

Advertise

pagina precedente  pagina precedentepagina successiva  pagina successiva

Mattino




AutoreGIGI COMOLLI
Milano, 1893 - 1976
Data dell'opera1938
TipoOlio su compensato
Dimensionicm 50,2 x 80
FirmaFirmato e datato in basso a destra: "g.g. Comolli / 1938"
InventarioInventario: p. 858
ProvenienzaAcquistato il 21 dicembre 1966.
FontiArchivio Cariplo, Atti 879 R 348.
Esposizioni--
DescrizioneIl dipinto si colloca al culmine della prima, fortunata stagione del pittore, che lo aveva visto esporre frequentemente e con successo in diverse mostre personali a Milano, nella cui Accademia si era formato. "Guardando i suoi quadri tutti di verità e di freschezza, e considerando com'egli li crei in allegrezza, piantato il cavalletto nella zolla del solco o nell'erba della marcita, vien fatto di pensare ad un'epoca favolosa: quella in cui i pittori, consci che la natura è il modello e la fonte dell'arte, non si vergognavano d'inginocchiarsi davanti di essa. Così facevano i grandi Olandesi, così Claudio di Lorena, così Constable, così Corot e Rousseau, Fontanesi e Segantini". Lo scriveva G. Edoardo Mottini a introduzione della mostra di Comolli allestita nel marzo 1930 nelle sale della Galleria Scopinich. Le illustrazioni di quel piccolo ma prezioso catalogo si aprono con un autoritratto dell'artista nello studio, ma mostrano, quindi, che il tema assolutamente dominante della sua pittura è il paesaggio: Lavandaie, Sera, La betulla, Tramonto in brughiera, Prato fiorito, Lo stagno, Il torrente, Settembre, Autunno, Campagna milanese, Nubi di vento sono alcuni dei titoli che ricorrono. I luoghi delle sue uscite per dipingere en plein air, seguendo il modello dei pittori di Fontainebleau e di Fontanesi, per lui determinante dopo l'iniziale adesione al divisionismo (dalla cui "alchimia sottile" sarebbe stato presto allontanato, come ricorda Mottini, dalla sua semplicità innata"), erano la campagna dell'alto novarese, quella intorno a Oleggio Castello, sopra Arona, dalla quale si potevano vedere il Monte Rosa e il Lago Maggiore. Il Ticino e il suo paesaggio diventa invece oggetto della serie di dipinti esposta dal Comolli due anni più tardi nella stessa Galleria Scopinich in una mostra presentata da Nino Broglio, che insiste, pur senza volontà polemica, sul carattere ottocentesco della sua pittura: "Ottocentesca, in quanto non s'imposta su problemi di ordine cerebrale, su complicatezze di concetto, e rifugge da mode, da sottomissioni a tendenze straniere. E invece moderna e costruttiva, aderente alla sensibilità latina consona alle nostre esigenze, perché rifiuta abbellimenti tecnici e teoremi del passato". Il senso della scelta di Comolli di dipingere pressoché esclusivamente frammenti di natura è chiarito dalle sue stesse parole, pubblicate a introduzione di un'altra mostra personale, nel 1935 presso la Galleria Dedalo: "Mi sono studiato di superare l'apparenza formale senza cadere nei falsi equivoci e abbandonare quei dogmi che sono al di sopra di ogni tempo e di ogni scuola per rendere in tutto il suo lirismo, fatto di luminosa chiarezza di toni, il senso pieno di questo o quello scorcio di paese che io posso vedere come esponente per non dire simbolo dell'intera natura". Rispecchia pienamente la pittura di questi anni il Mattino, dove si ritrova uno schema compositivo ricorrente nei dipinti di Comolli basato su una fascia di paesaggio in ombra in primo piano alla quale succede una parte in pieno sole che si conclude all'orizzonte con una montagna innevata in lontananza, azzurra e quasi confusa con il cielo.
Bibliografia--
Francesca Paola Rusconi

pagina precedente  pagina precedentepagina successiva  pagina successiva
Isella Enrico e Figli Srl
Virtual Library:
for the news subscribe the monthly newsletter

Food: Di grano antico - Elogio dei Pizzoccheri di Teglio. Con la Ricetta ufficiale dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio
Art: L'antica pittura fabrianese - I restauri delle cappelle gotiche di Fabriano
Search Engine: edixxon.com - matching interests, your interests can be the same as ours - search them.
Coins: Private Collection by coinpc - World Coins - Medals, Rare and not, more than 700 pics.
Science: Ing. Gianfranco Magrini - Science, Engineering, Transportation, Tunnels, Tubo del Lago di Como, Footballpoint...
History: Madonna de la Sanitate - 1504: i prodigiosi fatti di Tirano. Storia - Mito - Fede
Computer: Storia del Computer - Quattro secoli di storia con oltre 1000 immagini.
Art: Mario Radice - Grande esponente dell'astrattismo italiano. Pittore, scultore e cultore di problemi d'architettura.
Music: Stay Inside - the new frontier of the music - free music, rock, lyrics, song, mp3, download, author, rock.
Electronics: Standard Production - Advanced Electronics - Truth Machine, The world Smallest Radio, Mini Table...
Art: Museo Virtuale d’Arte - La Raccolta della Fondazione Cariplo: dal Classico al Neoclassico, Ottocento e Novecento.

Search Engine:
bing | babylon | bearshare | canadaspace | findtarget | ask | findia | edixxon | clusty | virgilio | altavista | ixquick |