edixxon

E' facile venire a Ferrara!
Sul portale ufficiale troverete last minute, prezzi, indirizzi, itinerari, informazioni, calendari: tutto sul nostro territorio!
www.ferrarainfo.com
Mascherpa
Distributore esclusivo di macchine, utensili, componenti, attrezzature, lubrificanti speciali, adesivi-sigillanti, anticorrosivi
www.mascherpa.it
Arabital Shipping Abu Dhabi
Full container load service (FCL) + consolidation service, less than container loads (LCL) to/from Europe, Middle East, Far East
www.arabital.com
Ad+Value. Online advertising
We found a new way to promote and enhance visits to your site
www.edixxon.com/advalue

Advertise

pagina precedente  pagina precedentepagina successiva  pagina successiva

Vecchia con candela




AutoreScuola Fiamminga
TipoOlio su tela
Dimensionicm 76x61
UbicazioneMilano, Palazzo Confalonieri,
Servizio Marketing
InventarioInventario p. 1246
Stato di conservazioneDiscreto. Si evidenziano ridipinture nella zona del collo e delle mani.
Storia dell'operaPervenuta in Cariplo a seguito del legato Marcenaro del 7 luglio 1976.
Sistemazione cronologicaDopo il secondo decennio del XVII secolo.
Collocazione stilistica, attribuzione e significato storicoIl dipinto, attribuito dalla Marcenaro a Rubens, e riportato da Zeri alla bottega dello stesso (AC, perizia del 9 agosto 1976), è una copia parziale da un dipinto del maestro fiammingo raffigurante una Vecchia con candela, databile al 1616- 1617, già parte della collezione di lord Feversham, e di cui l'ubicazione attuale è ignota (M. Jaffè, Rubens, Milano 1989, pp. 228-229). Esiste anche un'incisione tratta dal dipinto di Rubens, generalmente considerata una delle poche cui l'artista abbia posto direttamente mano (Rubens e l'incisione, Roma 1977, fig. 2). Nel dipinto e nell'incisione la vecchia, che ha sottobraccio un cestino, è affiancata da un giovanetto che le appoggia il capo sulla spalla. Questo particolare, insieme al cestino, non compare nel dipinto, che offre una versione semplificata della composizione rubensiana. La posizione della vecchia che tiene la candela nella mano destra dimostra che la copia deriva direttamente dal dipinto (praticamente identiche sono anche le dimensioni) e non dall'incisione che offre l'immagine invertita.
L'attenzione del copista si concentra quindi esclusivamente sulla figura femminile che viene ricalcata esattamente sull'immagine dell'originale. Rispetto a quest'ultimo si nota certamente una resa più debole dei panneggi e degli effetti luministici, soprattutto nel gioco di controluce della mano sopra la fiammella, non ben risolto nel passaggio dalla luce intensa del palmo all'ombra del dorso. Meglio la resa delle rughe del volto, anche se troppo perentori risultano i colpi di luce sugli zigomi e il mento.
Descrizione
IconografiaUna vecchia a mezza figura, in posizione frontale, occupa il primo piano emergendo da un fondo scuro. Il volto rugoso, leggermente reclinato verso il basso, è illuminato dalla candela che essa tiene nella mano destra, mentre col palmo della sinistra ne copre la fiamma, quasi a voler limitare la diffusione di luce che nel frattempo lascia intravedere i colori rosso, marrone e bianco dell'abito.
La rappresentazione di un ambiente notturno illuminato da una candela, di cui il dipinto di Rubens è uno dei primi esempi, e il tipo di composizione con una mezza figura sul tipo della scena di genere, si ricollegano alle opere caravaggesche di ambiente olandese, in particolare quelle di Gerard van Honthorst. Tali scene avranno ampia diffusione nei Paesi Bassi e anche in Italia, dove artisti come Carlo Saraceni, Domenico Fetti, Paolo Piazza, Francesco Rustici, ne offriranno nel corso del Seicento interessanti esempi. A tali composizioni è spesso associato un significato simbolico, legato al concetto di "vanitas", come rivela la scritta, di mano di Rubens, apposta in basso all'incisione sopra citata, che così recita: "Quis vetet apposito, lumen de lumine tolli / Mille licet capiant, deperit inde nihil".
Valutazione generaleÈ un dipinto di discreta fattura, che testimonia la fortuna di un soggetto che all'epoca fu molto ripetuto e copiato.
Inedito.
Bibliografia
Note
Raffaella Colace

pagina precedente  pagina precedentepagina successiva  pagina successiva
Somma
Virtual Library:
for the news subscribe the monthly newsletter

Coins: Private Collection by coinpc - World Coins - Medals, Rare and not, more than 700 pics.
Art: Mario Radice - Grande esponente dell'astrattismo italiano. Pittore, scultore e cultore di problemi d'architettura.
Computer: Storia del Computer - Quattro secoli di storia con oltre 1000 immagini.
Food: Di grano antico - Elogio dei Pizzoccheri di Teglio. Con la Ricetta ufficiale dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio
Science: Ing. Gianfranco Magrini - Science, Engineering, Transportation, Tunnels, Tubo del Lago di Como, Footballpoint...
Search Engine: edixxon.com - matching interests, your interests can be the same as ours - search them.
Music: Stay Inside - the new frontier of the music - free music, rock, lyrics, song, mp3, download, author, rock.
Art: L'antica pittura fabrianese - I restauri delle cappelle gotiche di Fabriano
Electronics: Standard Production - Advanced Electronics - Truth Machine, The world Smallest Radio, Mini Table...
History: Madonna de la Sanitate - 1504: i prodigiosi fatti di Tirano. Storia - Mito - Fede
Art: Museo Virtuale d’Arte - La Raccolta della Fondazione Cariplo: dal Classico al Neoclassico, Ottocento e Novecento.

Search Engine:
bearshare | clusty | mojeek | imesh | findtarget | ixquick | canadaspace | carrot2| entireweb | google | findia | bing |