edixxon

Ad+Value. Online advertising
We found a new way to promote and enhance visits to your site
www.edixxon.com/advalue
Arabital Group Forwarding
Full container load service (FCL) + consolidation service, less than container loads (LCL) to/from Europe, Middle East, Far East
www.arabital.com
Mascherpa
Distributore esclusivo di macchine, utensili, componenti, attrezzature, lubrificanti speciali, adesivi-sigillanti, anticorrosivi
www.mascherpa.it
E' facile venire a Ferrara!
Sul portale ufficiale troverete last minute, prezzi, indirizzi, itinerari, informazioni, calendari: tutto sul nostro territorio!
www.ferrarainfo.com

Advertise

pagina precedente   pagina precedentepagina successiva   pagina successiva
Tirano - Affresco dellčapparizione - BotanicaLčaffresco di Autore anonimo, datato 1513, è il primo ex voto conosciuto (dono di un uomo poschiavino sanato dalla malattia) e quindi testimonianza di un miracolo. È dunque la prima immagine dellčApparizione della Beata Vergine Maria a Mario Omodei avvenuta domenica 29 settembre 1504 ed è pure una precisa raffigurazione dei luoghi storici dei łprodigiosi eventiČ di Tirano.Si nota, nellčillustrazione del territorio, unčattenta dislocazione dei centri abitati e delle fortificazioni ed unčesatta scelta delle essenze arboree e degli arbusti. Altrettanto indicativi sono il mantello della Madonna (in tessuto łberetinoČ) e lčabbigliamento di Mario che ne segna lčappartenenza ad un elevato strato sociale. Realizzato quando Mario Omodei era ancora in vita (la sua abitazione è tradizionalmente collocata e ancora visibile a poche decine di metri dal Santuario) lčaffresco è certamente una prova riconosciuta dal protagonista e dai primi testimoni dellčepoca.Dopo lčex voto del 1513 numerosissime sono le rappresentazioni dellčApparizione sia in forma di pittura (affreschi e tele) sia in altorilievo e bassorilievo che a stampa. Tutte documentano lčimportanza dei fatti di Tirano e la grande adesione popolare al culto mariano, continuata per cinquecento anni.

Gerardo Monizza - Creazione di un mito

intravedere un percorso narrativo che parte dalla morte (la clessidra) e passando dalla croce (su cui poggia il “mondo”) passa attraverso il quadrante su cui una lancetta indica l’Evento straordinario dell’Apparizione: il miracolo che è Verità ed è sostenuto dalla Fede. Il quadrante, chiave del ragionamento, è la rappresentazione di un “orologio domestico”. L’artista ha riprodotto uno strumento di misurazione del tempo in uso dalla fine del Quattrocento che utilizza un “quadrante a ore italiche”. Il cerchio delle ore è in ventiquattro intervalli uguali ed è scritto in caratteri arabi con grafia gotica; l’indice rotante è fisso sul 23. Secondo le modalità di calcolo “all’italiana” le ore si contavano da tramonto a tramonto ed erano 24 ed informavano sul tempo di luce restante: dunque 23 ore al successivo tramonto (in tal modo la Madonna sarebbe apparsa a Mario alle 17 del pomeriggio). Regolato invece sull’ora “babilonese” potrebbe significare che l’Apparizione sia avvenuta circa alle ore 5 della mattina (un’ora prima del levar del sole). Dice il Libro dei Miracoli: «la matina de Sancto Michele arcangelo». Il percorso di Mario Omodei dalla casa alla sua vigna è invece ipotizzabile dalla lettura dei documenti archivistici che attestano le sue proprietà; nient’altro sappiamo della situazione atmosferica e climatica. Possiamo supporre che fosse una bella

pagina precedente   pagina precedentepagina successiva   pagina successiva


Frigel

Capitoli

Immagini

Galleria

Tirano - Santuario della Madonna - Orologio sul Portale

Indice Analitico

Links

English Translation