edixxon

Tasso lavorazioni metalliche
Lavorazioni industriali, lavorazioni materie plastiche, lavorazioni metalliche,ed inoltre servizio di consulenza e progettazione
www.tasso.it
E' facile venire a Ferrara!
Sul portale ufficiale troverete last minute, prezzi, indirizzi, itinerari, informazioni, calendari: tutto sul nostro territorio!
www.ferrarainfo.com
Di Grano antico
Elogio dei Pizzoccheri di Teglio. Con la ricetta ufficiale dell'Accademia del Pizzocchero di Teglio.
www.edixxon.com/pizzoccheri
Siel Spa - UPS
Energy & Safety is the mission of Siel group, leader in the planning and the production of UPS, STS, CPS.
www.sielups.com

Advertise

pagina precedente   pagina precedentepagina successiva   pagina successiva
Tirano - Affresco dellčapparizioneLčaffresco di Autore anonimo, datato 1513, è il primo ex voto conosciuto (dono di un uomo poschiavino sanato dalla malattia) e quindi testimonianza di un miracolo. È dunque la prima immagine dellčApparizione della Beata Vergine Maria a Mario Omodei avvenuta domenica 29 settembre 1504 ed è pure una precisa raffigurazione dei luoghi storici dei łprodigiosi eventiČ di Tirano.Si nota, nellčillustrazione del territorio, unčattenta dislocazione dei centri abitati e delle fortificazioni ed unčesatta scelta delle essenze arboree e degli arbusti. Altrettanto indicativi sono il mantello della Madonna (in tessuto łberetinoČ) e lčabbigliamento di Mario che ne segna lčappartenenza ad un elevato strato sociale. Realizzato quando Mario Omodei era ancora in vita (la sua abitazione è tradizionalmente collocata e ancora visibile a poche decine di metri dal Santuario) lčaffresco è certamente una prova riconosciuta dal protagonista e dai primi testimoni dellčepoca.Dopo lčex voto del 1513 numerosissime sono le rappresentazioni dellčApparizione sia in forma di pittura (affreschi e tele) sia in altorilievo e bassorilievo che a stampa. Tutte documentano lčimportanza dei fatti di Tirano e la grande adesione popolare al culto mariano, continuata per cinquecento anni.

Gerardo Monizza - Creazione di un mito

sta ai piedi dell’Apparizione. Si tratta di numerosi cardi della Madonna [Sylibum marianum]; oltre una ventina di piante erbacee che solitamente crescono spontanee. Perché allora inserirle in un orto (proprietà di un cavaliere facoltoso com’era il Quadrio, in luogo centrale ai percorsi stradali) che non poteva essere incolto? Il cardo mariano nasce spontaneo (è semi infestante) e si lega al nome della Madonna per antiche leggende. Era conosciuto fin dall’antichità per le sue capacità nutrienti e contiene diversi principi attivi medicinali. È molto amaro e utilizzato dalla medicina popolare per le virtù terapeutiche, in particolare nelle disfunzioni epatiche, per combattere infiammazioni e ingrossamenti del fegato. Era riconosciuto come diuretico. La presenza di tanti cardi dentro l’orto non sembra dunque renderlo quel luogo perfetto che una prima osservazione lascerebbe intuire; tutt’altro. La grave situazione sanitaria del paese (Sappi, aveva detto la Madonna a Mario, che si è avuto «una grande mortalitate») lascia supporre che si fossero provate tutte le cure disponibili all’epoca. Ecco perciò l’esigenza di sovvertire uno stato di cose non più soddisfacente. La natura aiutava (nell’affresco, tra i cespugli, compare anche un’altra erba medica: la Sanguisorba officinalis con proprietà antinfiammatorie e antiemorroidali), ma non era sufficiente e – forse – anche aver dato troppa importanza o considerazione

pagina precedente   pagina precedentepagina successiva   pagina successiva


Mario Radice

Capitoli

Immagini

Galleria

Tirano - Santuario della Madonna - Facciata

Indice Analitico

Links

English Translation