edixxon

Ad+Value. Online advertising
We found a new way to promote and enhance visits to your site
www.edixxon.com/advalue
Siel Spa - UPS
Energy & Safety is the mission of Siel group, leader in the planning and the production of UPS, STS, CPS.
www.sielups.com
Mascherpa
Distributore esclusivo di macchine, utensili, componenti, attrezzature, lubrificanti speciali, adesivi-sigillanti, anticorrosivi
www.mascherpa.it
Inter Jumbo Service
Il nostro ufficio doganale svolge con particolare cura tutte le formalità necessarie all’importazione in Italia
www.ijs.it

Advertise

pagina precedente   pagina precedentepagina successiva   pagina successiva
Tirano - Affresco dellčapparizioneLčaffresco di Autore anonimo, datato 1513, è il primo ex voto conosciuto (dono di un uomo poschiavino sanato dalla malattia) e quindi testimonianza di un miracolo. È dunque la prima immagine dellčApparizione della Beata Vergine Maria a Mario Omodei avvenuta domenica 29 settembre 1504 ed è pure una precisa raffigurazione dei luoghi storici dei łprodigiosi eventiČ di Tirano.Si nota, nellčillustrazione del territorio, unčattenta dislocazione dei centri abitati e delle fortificazioni ed unčesatta scelta delle essenze arboree e degli arbusti. Altrettanto indicativi sono il mantello della Madonna (in tessuto łberetinoČ) e lčabbigliamento di Mario che ne segna lčappartenenza ad un elevato strato sociale. Realizzato quando Mario Omodei era ancora in vita (la sua abitazione è tradizionalmente collocata e ancora visibile a poche decine di metri dal Santuario) lčaffresco è certamente una prova riconosciuta dal protagonista e dai primi testimoni dellčepoca.Dopo lčex voto del 1513 numerosissime sono le rappresentazioni dellčApparizione sia in forma di pittura (affreschi e tele) sia in altorilievo e bassorilievo che a stampa. Tutte documentano lčimportanza dei fatti di Tirano e la grande adesione popolare al culto mariano, continuata per cinquecento anni.

Battista Rinaldi - Un altro volto di Dio

volte all’anno, specialmente nei passaggi di stagione, o in caso di qualche necessità particolare (siccità, alluvioni, pestilenze…) si compiva una pellegrinaggio a qualche santuario. Ricordo con molta vivezza quando, ancora ragazzino, si partiva di buonora dal paese per la processione annuale al santuario della Madonna di Tirano. La processione di Santa Croce, era chiamata, perché avveniva la prima domenica di maggio, quindi molto vicino alla festa della Santa Croce, secondo il calendario liturgico di allora, nei primi anni del secondo dopo guerra. Uomini, donne e bambini, tutti erano coinvolti da quel rito primaverile. Scandiva e palesava le speranze e i sogni di tutti. Molto semplici, infantili, talvolta solo ideali, i nostri di piccoli uomini. Seriosi e gravi quelli dei nostri genitori che, da contadini risucchiati dalla fatica di vivere, pensavano a raccolti abbondanti, quali garanzie sicure nelle avversità dell’esistenza. Personalmente mi sentivo molto orgoglioso, mano nella mano del papà, che era vestito di rosso perché confratello e che aveva responsabilità di rilievo nel portare la croce e nel curare il buon andamento del corteo. Mi sembrava di stringere la mano di un condottiero dell’antico Israele, popolo che si muoveva in una certa direzione più per obbedire all’ordine dall’alto che per cercare e incontrare la presenza del suo Dio.

pagina precedente   pagina precedentepagina successiva   pagina successiva


Mario Radice

Capitoli

Immagini

Galleria

Tirano - Santuario della Madonna - Interno (particolare)

Indice Analitico

Links

English Translation