edixxon

Mario Radice
Grande esponente dell'astrattismo italiano degli anni Trenta e Quaranta. Pittore, scultore e cultore di problemi d'architettura.
www.edixxon.com/radice
Mascherpa
Distributore esclusivo di macchine, utensili, componenti, attrezzature, lubrificanti speciali, adesivi-sigillanti, anticorrosivi
www.mascherpa.it
E' facile venire a Ferrara!
Sul portale ufficiale troverete last minute, prezzi, indirizzi, itinerari, informazioni, calendari: tutto sul nostro territorio!
www.ferrarainfo.com
Siel Spa - UPS
Energy & Safety is the mission of Siel group, leader in the planning and the production of UPS, STS, CPS.
www.sielups.com

Advertise

pagina precedente   pagina precedentepagina successiva   pagina successiva
Preparazione dei pizzoccheriRicavare dalla sfoglia delle fasce di sette, otto centimetri.

Origini della ricetta

I pizzoccheri non erano fatti «a mo’ di tagliatelle, ma a tocchetti che si staccavano con il coltello di legno – man mano più piccoli – e che si versavano direttamente nella pentola con l’acqua a bollore» (65) [Tarcisio Salice: La gastronomia valligiana…] e, nel riprendere la ricetta, precisa che «non era previsto l’impiego del formaggio reggiano, ma solo di quelli tipici della valle, come lo schímüd, il magnúca e il bitto, né per l’impasto si usava, come taluni fanno oggi, il latte e l’uovo ma unicamente l’acqua di Teglio, la farina nera e il sale. I vecchi tellini li gustavano con il ramolàz, ravanelli neri o bianchi molto forti» (66) . E ricorda il metodo delle massaie di Teglio, che escludono l’intervento di qualsiasi mezzo meccanico, dunque impastano a mano, e che: «la farina deve essere pura, non mischiata» (67) . Così si riporta il rigore – quasi il moralismo – con il quale ci si è impegnati a ricostruire una realtà cucinaria traendola dalla abbondante memoria personale e collettiva piuttosto che dalla pochezza dei documenti.

La tavola è il palcoscenico della fantasia e la cucina è il crogiuolo della creatività. La cucina – comparto stuzzicante della cultura materiale – si pone sempre nello spazio limite tra tradizione, conservazione e innovazione adattandosi – attraverso una rielaborazione continua dei sapori e dei saperi – al mutare delle necessità nutritive, all’evoluzione della tecnica e delle macchine e alla trasformazione

pagina precedente   pagina precedentepagina successiva   pagina successiva


Cometec - Sottovuoto

Capitoli

Immagini

Galleria

Formaggio Valtellina Casera dop

Indice Analitico

Links

English Translation